Archivio | In rilievo

Tags: , ,

Linux Day 2012 – sabato 27 ottobre 2012

Pubblicato il 10 ottobre 2012 da Vincenzo

Nell’ambito della Giornata Nazionale di Linux e del Software Libero, promossa da ILS, il Linux User Group di Brescia organizza il suo sedicesimo Linux Day dedicandolo all’argomento “Il Software Libero nella Piccola e Media Impresa”.

La manifestazione avrà luogo Sabato 27 Ottobre 2012 presso il musil di Rodengo Saiano (sito in via del Commercio, 18 a Rodengo Saiano, accanto all’Outlet Franciacorta).

 

Linux e il software libero possono essere una grande risorsa per le aziende:
- sono gratuiti;
- sono liberamente distribuibili;
- rallentano l’obsolescenza dell’hardware (non necessitano di pc di ultima generazione);
- sono sicuri e stabili.

Venite a vedere anche voi cosa potrebbe fare Linux nella vostra azienda!

La giornata si articolerà in due momenti:

1. dalle 10 alle 12: sessione rivolta alle piccole e medie imprese del territorio, costituita da brevi talk che introdurranno soluzioni libere alle necessità tecnologiche delle aziende. Verranno presentati case study di realtà che utilizzano software libero quotidianamente e metodologie di sviluppo e problem solving che possono adattarsi a diverse casistiche, ecco il programma definitivo:
+ h.10,00 _ Introduzione (Luisa Ravelli, lugBS)
+ h.10,10 _ Soluzioni per il telelavoro, telefonia via internet (dott. comm. Marco Manenti)
+ h.10,30 _ Rilevazione presenze, gestione server e client (ing. Andrea Occhi, responsabile CED di Confartigianato Imprese Unione di Brescia)
+ h.10,50 _ Strumenti per la gestione dei progetti (Francesco Abeni, titolare presso Gibilogic)
+ h.11,10 _ Coffee Break
+ h.11,30 _ Moderne tecniche di programmazione e gestione progetti software (Alessandro Bonometti, consulente informatico)
+ h.11,50 _ Gestionali / ERP open source (Giorgio Pasini Ruffoni, titolare presso Open One Consulting)
Per ragioni organizzative e perché l’incontro mattutino è a numero chiuso, è necessaria l’iscrizione da effettuarsi mandando una e-mail all’indirizzo linuxday@lugbs.linux.it

2. dalle 14 alle 18: stand tematici nei quali chiedere informazioni e provare i software presentati (programmi per la produttività, soluzioni per le scuole, multimedia, giochi, configurazione dei servizi,…). Saranno presenti postazioni liberamente utilizzabili, sarà inoltre possibile portare il proprio pc per essere aiutati dai membri del Lug nell’installazione di Linux o nella risoluzione di problemi ad esso relativi.

La giornata è gratuita e aperta a tutti.

La pagina ufficiale, con il programma aggiornato, si trova qui: http://linuxday.lugbs.linux.it
Per richiedere informazioni è possibile scrivere all’indirizzo: linuxday@lugbs.linux.it
L’evento Facebook si trova qui: https://www.facebook.com/events/416170558444627/

Ti piace questo articolo? Condividilo:

Commenti (0)

Tags: , , , , , ,

Guida a Microsoft Windows Phone 7

Pubblicato il 23 aprile 2010 da Massimo

windowsphoneIl 15 Febbraio 2010, con un evento ufficiale a Barcellona, Microsoft ha presentato la nuova evoluzione del suo sistema operativo per i dispositivi mobili: Windows Phone 7. L’introduzione alla nuova piattaforma è stata affidata a Joe Belfiore Vice Presidente Windows Phone.

Joe Belfiore ci mostra un sistema operativo radicalmente diverso da tutti i precedenti. In particolare la nuova user experience chiamata “Metro” introduce una serie di nuovi concetti sia per lo sviluppatore che per l’utente finale. Anche se è fin troppo chiaro che molte idee, se pur innovative, trovano larga ispirazione dal mondo Apple iPhone. Nonostante questo Windows Phone 7 rappresenta un balzo in avanti enorme e per certi versi azzardato.

Successivamente al keynote, tra il 15 e il 17 Marzo 2010, molte delle nuove features sono state poi approfondite al MIX10 (conferenza dedicata al mondo web e dello sviluppo in generale), dove gli stessi sviluppatori Microsoft hanno potuto spiegare nel dettaglio molti degli aspetti tecnologici della nuova piattaforma.

Per capire meglio Windows Phone 7 e il suo universo, ho raccolto in questo articolo tutte le informazioni fino ad oggi emerse dalle conferenze e dai vari blog sparsi sulla rete. Ad oggi però molti dei dettagli interessanti sono ancora avvolti dal mistero. Il nostro obbiettivo sarà quello di mantenere costantemente aggiornato questo post con le ultime novità disponibili.

Ogni suggerimento, aggiunta, miglioria o correzione è ben accetta.

  • [26/04/2010] Aggiunta la notizia sul nuovo dispositivo Dell Lightning
  • [26/04/2010] Aggiunta la notizia sui Crapware (per gli OEM)

Il nuovo Windows Phone 7

Windows Phone 7 è il successore di Windows Mobile 6.5, basato sul nuovo kernel Windows CE 6. Il processo di sviluppo del nuovo sistema operativo si è basato su un nuovo approccio. In particolare i principi che hanno ispirato i designer e gli sviluppatori del team sono stati:

  1. il Design incentrato sull’utente
  2. una Piattaforma ricca e facile
  3. delle Specifiche Hardware ben definite

03-15-10wp7devices Tutto questo ha prodotto un nuovo sistema concepito per facilitare in primo luogo l’utente finale nell’utilizzo quotidiano e in secondo luogo lo sviluppatore nella creazione di applicazioni ricche e usabili ma soprattutto standard.

Secondo le prime indiscrezioni il rilascio ufficiale di Windows Phone 7 con i primi dispositivi avverrà verso la fine dell’anno. I primi vendor a posizionare i propri smartphone sul mercato saranno Acer, Samsung e LG. Nelle presentazioni ufficiali l’unico modello visto sul campo è stato quello di Acer.

Con il lancio del nuovo sistema operativo c’è stato anche un radicale ripensamento sulla  modalità di distribuzione delle applicazioni tramite il marketplace ora nominato ufficialmente “Windows Phone Marketplace”. Con il nuovo marketplace Microsoft si allinea alla filosofia iPhone prevedendo un percorso di certificazione per ogni applicazione inviata nonché una nuova modalità di accesso e di fruizione dei contenuti direttamente dal device.

In particolare sono due le somiglianze con il mondo Apple. La registrazione come sviluppatore obbligatoria al marketplace tramite un abbonamento annuale di 75 € + iva e una revenue nella vendita della propria applicazione sul marketplace di 70/30, cioè 70% allo sviluppatore e 30% a Microsoft. Dunque non sarà più possibile installare applicazioni sul telefonino se non attraverso il marketplace.

Come applicazioni fornite in bundle, su Windows Phone 7 troviamo già installati Word, Excel, PowerPoint, OneNote e naturalmente Outlook tutti in versione mobile. Per cercare file o informazioni è possibile utilizzare l’apposito tasto di “Cerca” che attraverso il motore di Bing troverà file o siti internet.

La navigazione in internet è affidata al nuovo browser derivato da Internet Explorer ma appositamente modificato per migliorare la fruizione attraverso un device mobile. Grazie alla visualizzazione a tutto schermo e al supporto al multitouch l’esperienza di navigazione risulta decisamente gradevole e facile.

[26/04/2010]
A differenza di Windows Mobile 6.5 gli operatori non avranno libertà assoluta nel pre-installare applicazioni brendizzare, i cosiddetti crapware. Microsoft ha infatti definito una serie di regole per gli OEM atte a migliorare la user-experience generale:

  1. ogni dispositivo potrà avere un massimo di 6 applicazione pre-installate per un totale di 60 MB massimo
  2. tutte le applicazioni dovranno essere approvate nel Marketplace
  3. tutte le applicazioni dovranno garantire aggiornamenti gratuiti
  4. tutte le applicazioni dovranno garantire il corretto funzionamento anche in assenza di rete
  5. tutte le applicazioni dovranno ricomparire dopo un hard reset
  6. tutte le applicazioni dovranno, al primo avvio, informare l’utente sull’eventuale uso di strumenti (quali GPS etc…)

La nuova User experience “Metro”

La nuova user experience di Windows Phone 7 si basa su una nuova serie di concetti chiave tra cui la velocità di esecuzione, la semplicità di utilizzo, la centralità dei contenuti rispetto alla grafica, la tipografia come scelta di design e l’animazione dell’interfaccia.

Tutto questo si traduce in un’interfaccia minimalista, ricca di testo, dal contenuto dinamico dove i colori differenziano il contenuto e il significato e dove le animazioni tra una pagina e l’altra sono fondamentali per aumentare l’esperienza generale di utilizzo.

02-15-10winphone2L’applicazione di questi concetti li possiamo ritrovare nei nuovi elementi base studiati appositamente per questa interfaccia e sono:

  1. La nuova start page caratterizzata dall’assenza della vecchia start bar e da una nuova home page in stile web 2.0. Nella home troviamo una serie di quadrati e di rettangoli chiamati Tile che rappresentano una porta di accesso verso i contenuti dello smartphone. E’ possibile personalizzare la home aggiungendo nuovi tile o cambiando il colore degli stessi. Un tasto in alto a destra, a forma di freccia in un cerchio, rappresenta l’accesso alla lista completa delle applicazioni installate e alla configurazione del device.
  2. I Tile, presenti solo nella home page, sono i link veloci per accedere ai contenuti. Un tile può rappresentare un Hub (spiegato più avanti) un’applicazione o un contatto della nostra rubrica.  I tile possono essere dinamici come nel caso del tile che rappresenta l’hub “people” dove si vedono scorrere i volti dei nostri contatti.
  3. Gli Hub rappresentano degli aggregatori di contenuti. Sono caratterizzati da una interfaccia panoramica scorrevole a più sezioni. In un hub troviamo aggregati i dati di tutto il telefono per categoria.

Vale la pena soffermarsi in particolare sul concetto di hub. Essendo l’hub un concetto nuovo, e forse il cuore della nuova user experience di WP7, è bene comprendere questa nuova caratteristica. Per default vengono forniti 6 hub principali:

people_hub

  1. L’hub People è un aggregatore dei  contatti della rubrica, degli amici in facebook, dei contatti in Gmail o di Exchange. E’ possibile visualizzare in un’unica interfaccia le ultime persone contattate, lo status di un contatto (prelevato da facebook o da twitter) e l’elenco di tutte le persone che si conoscono. Con un tap sulla persona è possibile accedere a tutta una serie di operazioni quali  commentare lo status, inviare un sms o un mms.
  2. L’hub Office è l’accesso verso il mondo della produttività. Attraverso l’hub office si ha una vista completa su tutti i documenti presenti sul telefonino (word, excel, power point e note). E’ possibile inserire una nota, visualizzare documenti e integrarsi con lo SharePoint aziendale.
  3. Picture è l’hub contenitore delle immagini. Le immagini possono provenire da varie sorgenti come Flickr, Facebook o dalla fotocamera integrata. Con pochi semplici passaggi è possibile condividere le foto sui social network più diffusi o commentare quelle esistenti.
  4. L’hub Music+Video è una nuova esperienza multimediale in grado di fornire contenuti multimediali online come musica, video, podcast e radio in streaming. L’esperienza musicale può anche essere estesa grazie a servizi social come Pandora o Zune Social.
  5. Nell’hub Games l’esperienza di gioco è integrata nel servizio XBox Live con la possibilità di visualizzare classifiche, richieste di partecipazione, profili di giocatori e le ultime novità dal mondo XBox Live.
  6. In fine l’hub Marketplace dove è possibile provare o comprare applicazioni o giochi anche attraverso filtri avanzati e ricerche particolari.

Le caratteristiche hardware e i device disponibili

Per poter agevolare lo sviluppo di applicazioni compatibili con WP7, Microsoft ha deciso di fissare dei paletti tecnologici atti a semplificare da un lato i vendor (come LG, Acer e Samsung) per la realizzazione di smartphone e device compatibili con il nuovo sistema e dall’altro gli sviluppatori di applicazioni.

Ecco le caratteristiche hardware:

  • Schermo con risoluzione a 800 x 480 WVGA (successivamente il 480 x 320 HVGA)
  • Processore Qualcomm Snapdragon con supporto a DirectX 9
  • Almeno 8 GB di memoria (flash o interna)
  • Almeno 256 MB di Ram
  • Multitouch capacitivo con almeno 4 punti di contatto
  • 5 tasti specifici (Indietro, Start, Cerca più tasto foto e spegnimento)
  • Accelerometro
  • Wi-fi
  • A-GPS
  • Fotocamera con almeno 5 MPixel
  • Radio FM

[26/04/2010]
E’ di qualche giorno fa l’annuncio di Dell Lightning il primo device compatibile con Windows Phone 7. Le caratteristiche hardware prevedono processore 1GHz QSD8250 Snapdragon, display WVGA 4.1-inch OLED, fotocamera da 5 megapixel, 1 GB di flash con 512 mb di Ram più 8GB di spazio su MicroSD card, accelerometro, GPS, compasso, Radio FM e in fine supporto a Flash.

Il rilascio di questo nuovo smartphone è previsto per il quarto trimestre di quest’anno.

Sviluppo di applicazioni

wpdt_install Da sempre attenta alle esigenze dello sviluppatore, Microsoft ancora una volta si conferma molto aperta allo sviluppo di applicazioni sulla sua nuova piattaforma. La versione CTP del Windows Phone Developer Tools ci permette fin da subito di testare il  nuovo sistema operativo attraverso Visual Studio 2010 Express for Windows Phone. Una versione express (quindi gratuita) appositamente pensata per lo sviluppo su WP7. Inoltre ci fornisce un Windows Phone 7 Training Kit For Developers il cui contenuto prevede una serie di lezioni pratiche per provare subito le nuove funzionalità.

Come tutte le cose anche WP7, in questa prima fase, offre una serie di vantaggi ma anche di svantaggi:

I vantaggi:

  1. Le applicazione WP7 sono applicazioni Silverlight o XNA vs2010wp7
  2. Ambiente di sviluppo integrato in Visual Studio 2010
  3. Versione Express di Visual Studio gratuita
  4. Emulatore completo
  5. Expression Blend per la realizzazione di interfacce grafiche

Limitazioni attuali:

  1. Niente SQL Server Compact per lo storage
  2. Nessun accesso al file system (accesso limitato con Isolated Storage)
  3. Niente Silverlight nel brower (solo applicazioni)

Linkografia

Video

  1. Video di presentazione ufficiale a Barcellona
  2. [MIX10] Sessione: Introduction to Windows Phone 7 Series
  3. [MIX10] Sessione: Blend 4 for Windows Pgone 7 Series, Silverlight 4 and WPF 4
  4. [MIX10] Sessione: The Windows Phone Application Platform
  5. [MIX10] Sessione: Designing Windows Phone 7 Series
  6. [MIX10] Sessione: Building Windows Phone applications with Silverlight 1
  7. [MIX10] Sessione: Building Windows Phone applications with Silverlight 2
  8. [MIX10] Sessione: Windows Phone 7 Series Architecture Deep Dive
  9. [MIX10] Sessione: Development and debugging tools for Windows Phone 7 Series
  10. [MIX10] Sessione: Making Money with Windows Phone Applications and Games
  11. [MIX10] Sessione: Developing Games for windows Phone 7 with XNA Game Studio 4.0
  12. [MIX10] Sessione: High Performance 3d Games on Windows Phone 7 Series
  13. [MIX10] Sessione: Unit Testing Silverlight and Windows Phone Applications
  14. [MIX10] Sessione: Silverlight performance on the windows Phone

Sviluppo

  1. Windows Phone 7 Serires home page
  2. Windows Phone Developer Tools CPT
  3. Windows Phone 7 Training Kit for Developers
  4. Il portale Windows Phone Developer
Ti piace questo articolo? Condividilo:

Commenti (2)

Tags: ,

Blog Informatico approda su Twitter

Pubblicato il 13 aprile 2010 da Massimo

Da oggi è possibile seguire le notizie di Blog Informatico anche su Twitter. Grazie a questo nuovo canale informativo potrete tenervi aggiornati in tempo reale sulle ultime novità dal mondo informatico, internet e tecnologico.

Twitter diventerà il nostro modo di comunicare notizie brevi e concise mentre il blog rimarrà il luogo dove approfondire e spiegare le tematiche più interessanti.

Seguiteci!!!

http://twitter.com/bloginformatico

Ti piace questo articolo? Condividilo:

Commenti (1)

Tags: , ,

Lancio di Visual Studio 2010

Pubblicato il 01 aprile 2010 da Massimo

Il 12 Aprile 2010 ci sarà il lancio ufficiale di Microsoft Visual Studio 2010. Per l’occasione si potrà assistere all’evento in diretta streaming sul sito di Microsoft Italia dalle 14:00 alle 18:00.

L’iscrizione è gratuita ma obbligatoria. Tra le novità più importanti del nuovo Visual Studio c’è il supporto a .NET Framework 4.0, ASP.NET 4.0, ASP.NET MVC 2.0, Siverlight 4, una nuova interfaccia grafica, nuove versioni e tanto altro ancora.

L’agenda dell’vento prevede:

14:00-14:30 Aspettando Visual Studio 2010…

14:30-14:45 Apertura lavori

Gabriele Castellani, Evangelist Manager – Microsoft Italia
Andrea Marzilli, Responsabile – HTML.it

14:45-15:45 Keynote – /*LIFE RUNS ON CODE*/

Vittorio Bertocci, Senior Technical Evangelist – Microsoft Corporation

15:45-17:45 Sessioni tecniche

Sviluppo Web e Windows Azure con Visual Studio 2010
Giuseppe Guerrasio, Architect Evangelist – Microsoft Italia
Lo sviluppo di applicazioni Web spazia dai semplici point-of-presence sites alle più complesse soluzioni distribuite con architetture multi-tier, che richiedono elevata scalabilità.
In questa sessione vedremo come Visual Studio 2010 e le nuove funzionalità per il Web di .NET Framework 4, salvaguardando gli skill acquisiti, mettono a disposizione una piattaforma che consente di soddisfare le esigenze delle differenti tipologie di applicazioni per il Web, consentendo anche una completa integrazione con Windows Azure e l’ambiente per il cloud computing.

Software di qualità tramite una migliore collaborazione tra sviluppo e test
Lorenzo Barbieri, Developer Evangelist – Microsoft Italia
Una proficua collaborazione tra sviluppatori e tester è essenziale e può fare la differenza tra consegnare applicazioni di qualità nei tempi previsti o ritardare la consegna a causa dei bug trovati “troppo tardi”.
In questa sessione vedremo come Visual Studio 2010 permette di migliorare la collaborazione tra sviluppatori e tester tramite la gestione di Bug contenenti tutte le informazioni “di supporto”, gli strumenti per analizzare tutti gli eventi e il flusso di codice dell’applicazione, oltre alle tecniche per automatizzare il test funzionale e dell’interfaccia utente.

Sviluppo Windows e Silverlight con Visual Studio 2010
Pietro Brambati, Developer Evangelist – Microsoft Italia
Oggi sempre più è possibile sviluppare applicazioni che usano grafica accelerata dalle GPU, animazioni 3D e ottimizzare le performance grazie all’uso di più core. Inoltre è possibile utilizzare Silverlight per sviluppare applicazioni che, originariamente pensate per il Web, possono funzionare fuori dal browser e integrarsi con applicazioni COM riuscendo quindi a sfruttare al meglio Windows anche in questi scenari.
In questa sessione vedremo all’opera questi approcci con il nuovo Visual Studio 2010.

17:45-18:00 Chiusura lavori

Per informazioni:

http://www.microsoft.com/visualstudio/it-it/default.mspx

http://www.microsoft.com/italy/visualstudio/2010/evento.aspx

Ti piace questo articolo? Condividilo:

Commenti (0)

Tags: ,

20 inviti gratuiti per Google Wave

Pubblicato il 30 novembre 2009 da Massimo

Ai primi 20 lettori di BlogInformatico offriamo un invito gratuito a Google Wave. Wave è il nuovo servizio di Google per comunicare e collaborare in tempo reale. Per richiedere l’invito basta inviare una mail ad info chiocciola bloginformatico punto net con oggetto “Google Wave”.

Technorati Tags: ,
Ti piace questo articolo? Condividilo:

Commenti (4)

Tags: , ,

Quinta UgiAltNet Conference

Pubblicato il 23 novembre 2009 da Massimo

Oggi si sono aperte le iscrizioni per la 5° UGIAlt.Net Conferenze che si terrà a Milano il 23 Gennaio 2010, presso la sede di Avanade Italy. Sono disponibili 120 posti e l’ingresso è gratuito.

UGIAltNet è un usergroup italiano sul mondo Microsoft .NET con lo scopo di far conoscere filosofie, strumenti e metodi (anche alternativi a quelli ufficiali Microsoft) per lo sviluppo di solide applicazioni .NET. Per capire meglio lo scopo del gruppo riportiamo la definizione presente sul sito:

Seguire la filosofia ALT.NET equivale a seguire i propri gusti sul design delle applicazioni e usare la piattaforma .NET per supportare le proprie idee invece che doverle plasmare per adattarle al framework. Sebbene nessuna di queste cose sia un requisito per “essere ALT.NET”,la community abbraccia: Agile, Scrum, XP, Open Source Packages and Frameworks, Test Driven Development/Design, Behavior Driven Development/Design, Domain Driven Development/Design.

ALT.NET non significa “snobbare” la piattaforma e gli strumenti di Microsoft – significa potere decidere quando ha senso usarli, significa usarli potendo avere maggiore controllo ed avere l’opzione di andare in un’altra direzione senza dovere abbandonare il .NET Framework.

Adottare la filosofia ALT.NET vuol dire essere liberi di usare gli strumenti che si preferiscono, cercandone sempre di migliori, vuol dire essere agili, vuol dire imparare, cercare sempre la qualità senza accontentarsi del codice generato dal wizard: in una parola vuol dire divertirsi.

A questo scopo lo usergroup organizza periodicamente incontri tecnici in varie parti d’Italia e mantiene un canale aperto alle discussioni tramite la mailinglist ufficiale.

Ti piace questo articolo? Condividilo:

Commenti (1)

Tags: , , , ,

Gladiatori Fest un evento gratuito su .Net di DotNetRomaCestà

Pubblicato il 12 ottobre 2009 da Massimo

Con molto piacere segnaliamo un’importante evento gratuito su .net organizzato da DotnetRomaCestà lo User Group Romano .Net. L’incontro si svolgerà Mercoledì 21 Ottobre 2009 alle ore 8:30 presso l’Auditorium Sap Italia.

L’agenda prevedente una serie di sessioni incentrate su argomenti molto caldi come il framework Asp.Net MVC v1.0  e novità prossime come Asp.Net 4.0 e Asp.Net MVC v2.0. Non mancano sessioni alternative come quella sulle Api del nuovo motore di ricerca Bing e una sessione dedicata al Service Broker di SQL Server 2005. Come ultima chicca un premiazione finale in cui verranno assegnati ai partecipanti alcuni premi molto azzeccati.

Un evento importante, di qualità elevata e soprattutto gratuito a cui non potete non partecipare se siete della zona!

Per maggiori informazioni:
http://www.dotnetromacesta.org/EventoGladiatori.aspx

Ti piace questo articolo? Condividilo:

Commenti (0)

Tags: , , , , ,

Le novità di C# 4.0

Pubblicato il 12 maggio 2009 da Massimo

Il nuovo Microsoft .Net Framework 4.0 è arrivato ad uno stato avanzato di sviluppo. Forse per fine anno o metà del prossimo potremmo beneficiare non solo di una moltitudine di nuove funzionalità del .net framework ma anche del nuovo Visual Studio 2010 realizzato interamente in WPF.

In questo articolo ci concentreremo esclusivamente sulle novità apportate al linguaggio C# 4.0. Molte delle novità descritte in questo articolo sono già testabili scaricando e installando la Microsoft Pre-release Software Visual Studio 2010 and .NET Framework 4.0 Community Technology Preview. Si tratta di una macchina Virtual PC con dentro Windows, Visual Studio 2010 e il .net framework già installati e configurati. Per un totale di circa 7GB di macchina virtuale!

Complessivamente le novità introdotte in C# 4.0 si possono riassumere nel seguente elenco:

  1. Dynamic Type Object
  2. Name e Optional Arguments
  3. Co-variance e Contra-variance
  4. Migliorie su COM Interop

Vediamo in dettaglio.

Dynamic Type Object

Il Dynamic Type Object è un nuovo tipo statico introdotto soprattutto a beneficio del Dynamic Language Runtime (DLR). Con la nuova parola chiave dynamic è possibile dichiarare un type che verrà risolto solo a run-time. In questo modo:

public void MyFunction()
{
    // le seguenti variabili verranno convertite
    // implicitamente a run-time. 
    dynamic counter = 1;
    dynamic hello = "Hello C# 4.0";
}

Su un type dichiarato come dynamic è possibile richiamare metodi, campi o proprietà, come se fosse un object. Il tutto verrà risolto automaticamente a run-time in base al type effettivo contenuto all’interno della variabile. Con questa parola chiave C# 4.0 si uniforma così ai tipici linguaggi dinamici (dynamic appunto) come Ruby o Php.

Name e Optional Arguments

L’optional argument è una funzionalità del linguaggio già presente in Visual Basic ed è la capacità di dichiarare come opzionale un parametro di un metodo, in questo modo:

// il parametro i risulta essere obbligatorio
// mentre il parametro y è optionale e per
// default viene impostato a 0.
public int Calc(int i, int y = 0)
{
    // corpo del metodo
}

public void Main()
{
    // ho la possibilità di richiamare Calc con un
    // solo parametro o con due, poiché il parametro
    // y risulta essere opzionale.
    int result1 = Calc(5); // equivalente a Calc(5, 0);
    int result2 = Calc(10, 3)
}

Il name argument invece è la facoltà di passare un parametro per nome, in questo modo:

public int Calc(int i, int y = 0, int z = 1)
{
    // corpo del metodo
}

public void Main()
{
    // In questo modo chiamo il metodo Calc con i parametri
    // invertiti, cioè prima passando y e poi x.
    int result = Calc(y: 3, i: 4); // equivalente a Calc(4, 3, 0);

    // In questo, invece chiamo Calc passando i e z ma non y
    int result2 = Calc(z: 6, i: 3); // equivalente a Calc(3, 0, 6);
}

Co-variance e Contra-variance

Introduciamo il concetto di covarianza e contravarianza. Date due classi A e B. Dove B è una sotto classe di A, e avente una nuova classe C<T> si dice che C<T> è covariante rispetto a T se anche C<B> è una sotto classe di C<A>. Mentre si dice che C<T> è contravariante rispetto a T se anche C<A> è super classe di C<B>. In pratica:

  • se B è sotto classe di A
  • la classe C<B> è covariante rispetto a T con C<A> se C<B> è sotto classe di C<A>
  • la classe C<A> è contravariante rispetto a T con C<B> se anche C<A> è super classe di C<B>

Questo risulta particolarmente interessante con i type parameter dei generics. In questo modo potremmo, per esempio, assegnare una collection di stringhe ad una collection di oggetti, dato che la classe string e sotto classe di object, o vice versa, così:

IList<string> strings = new List<string>();
IList<object> objects = strings;

I benefici della covarianza e della contravarianza non si limitano a questo aspetto, ma come esempio è chiarificatore.

Migliorie su Com Interop

Tra le migliorie su Com Interop citiamo:

  • Importazione dinamica con l’utilizzo del Dynamic Type Object invece che object
  • Compilazione senza PIA (Primary Interop Assemblies) che rendevano pensante l’applicazione
  • Chiamate a metodi senza l’utilizzo di ref

Conclusioni

Che dire, le novità sono davvero tante e tutte decisamente interessanti. Prima tra tutte la citata parolina magica dynamic, che introduce una vera e propria rivoluzione per un linguaggio prettamente statico come C#. Non resta che aspettare l’uscita ufficiale sia del .Net Framework 4.0 ma soprattutto del nuovissimo Visual Studio 2010 che merita veramente la visione, ma questa è un‘altra storia. :-)

Risorse

Alcune risorse utili:

Ti piace questo articolo? Condividilo:

Commenti (0)

Tags: , , , , , ,

20 utili add-on per Mozilla Firefox 3

Pubblicato il 16 aprile 2009 da Massimo

Mozilla Firefox è sicuramente un ottimo browser, non tanto per la compatibilità con i vari standard web ma per l’enorme quantità di add-on disponibili nel repository ufficiale. Tanti ma soprattutto molto utili. In questo articolo elenco 20 tra i più utili add-on che utilizzo per lavoro e tempo libero.

Delicious Bookmarks

1218135075 Delicious Bookmark è un add-on fondamentale. Attraverso tre pulsanti è possibile visualizzare o aggiungere bookmark sul servizio online di social bookmarking Delicious. Con una comoda interfaccia si possono visualizzare i proprio bookmark organizzati per tag in ordine alfabetico o per numero. Un campo libero ci permette anche di ricercare un link con un testo. Unico requisito la registrazione di un utenza su Delicious.com.

CustomizeGoogle

customizegoogle CustomizeGoolge è un comodo add-on che aumenta le funzionalità dei risultati di Google aggiungendo informazioni addizionali e rimuovendo tutto lo spam e la pubblicità non necessaria. Grazie ad un ricco pannello di controllo è possibile configurare una quantità elevata di aspetti e di comportamenti. Trovo comodo soprattutto la ricerca multi motore nella pagina dei risultati.

GooglePreview

googlepreview GooglePreview è un fantastico add-on che visualizza un’immagine di anteprima e il punteggio di popolarità per ogni risultato di una ricerca effettuata con Google o con Yahoo.

In questo modo è possibile farsi un’idea della popolarità, e quindi della qualità, del sito e del suo aspetto esteriore. Molto comodo quando devi individuare velocemente un sito che già conosci per la sua interfaccia.

Video DownloadHelper

video Nell’era di Youtube e dei portali video, Video DownloadHelper rientra a pieno titolo tra i più utili add-ons per Firefox. Con Video DownloadHelper puoi comodamente scaricare e convertire i video dai portali come Youtube direttamente dalla toolbar di Firefox.

PDF Download

pdfdownload PDF Download è uno strumento per gestire e visualizzare pagine web e documenti pdf.

Grazie a questo add-on è possibile esportare una pagina web in formato pdf,  aprire un documento pdf in formato html o condividerlo sul web. Veramente comodo.

BugMeNot

bugmenotCapita spesso di incappare in siti web che, con un qualsiasi pretesto, ti richiedono la registrazione obbligatoria. Questo tipo di comportamento è molto frustrante perché ti obbliga ad inserire continuamente i tuoi dati personali anche per semplici cose come scaricare un programma in versione demo o visualizzare un documento. BugMeNot.com è un noto motore di ricerca online che permette di trovare account già pronti all’uso evitando così la registrazione presso il sito web. Basta inserire il sito internet che richiede la registrazione e in un attimo BugMeNot ti restituisce un elenco di username e password. Per fortuna per Firefox c’è questo comodo add-ons che fa tutto il lavoro per noi. Basta posizionarsi sulla form di autenticazione del sito e con un semplice click sul tasto destro del mouse l’add-on invierà una richiesta al motore BugMeNot che ritornerà una login valida compilandola direttamente nei campi della form.

XMarks

xmarks XMarks è un utile add-on per tutte quelle persone che possiedono più di un computer (tipo casa e lavoro) e vogliono mantenere sincronizzate le impostazioni, i preferiti e le password di Firefox tra un computer e l’altro. Basta ottenere un account eseguendo l’iscrizione al servizio online http://www.xmarks.com/, scaricare, installare e configurare l’add-ons con il proprio account su tutti i computer che si vuole mantenere sincronizzati, e il gioco è fatto.

Morning Coffee

morningcoffee Morning Coffee è un simpatico add-on per gli abitudinari che ogni mattina, prima di iniziare a lavorare o studiare, si leggono le ultime novità nei soliti blog o siti web. Uno strumento in grado di aiutarci nella routine quotidiana attraverso un semplice bottone. Con Morning Coffee, infatti, è possibile organizzare i propri preferiti giorno per giorno e con un semplice click aprirli tutti contemporaneamente. Con la possibilità di distinguere i preferiti della settimana da quelli del fine settimana.

Add to Search Bar

addtosearchbar Add to Search Bar è un add-on che aggiunge un’interessante funzionalità alla Search Bar standard di Firefox. Con Add to Search Bar è possibile aggiungere all’elenco dei Search Engine un qualsiasi sito web dotato di pagina di ricerca.

gTranslate

gTranslate gTraslate è un add-on che traduce il testo selezionato in varie lingue tramite il menù contestuale. Il programma utilizza per questa attività il servizio di traduzione online Google Translate. Molto comodo per la traduzione al volo di parole o di piccole frasi senza muoversi dalla pagina che si sta leggendo.

searchOnTab

searchontb SearchOnTab è un piccolo add-on che abilità la possibilità di aprire il risultato della ricerca della Search Bar in un nuovo tab invece che in quello corrente.

Piccolo, semplice e molto funzionale.

New Tab Button on Tab Bar

newtabbutton New Tab Button on Tab aggiunge un comodo bottone nella tab bar di Firefox che permette l’apertura al volo di nuovo tab.

Undo Closed Tabs Button

undoclose Undo Closed Tabs Button aggiunge un nuovo bottone nella barra dei tab, e nel menù contestuale, che permette il ripristino dei tab chiusi.

Molto comodo quando si chiude accidentalmente un tab.

CookieSwap

cookieswap CookieSwap è un add-on che permette di mantenere più di un cookie per lo stesso dominio raggruppandoli per profili. Con un semplice menù è possibile cambiare il profilo e con esso tutti i cookie associati. In questo modo è possibile, per esempio, autenticarsi su un account web mail (come Gmail) con utenti diversi e cambiare utente con un tasto.

Image Zoom

zoomimage Image Zoom permette di zoomare le immagini della pagina web attraverso il menù contestuale o la toolbar. Senza ingrandire il resto della pagina.

Screengrab

screengrab Screengrab è un altro comodo add-ons che permette di salvare una pagina web come immagine. E’ possibile catturare come immagine solo la parte visibile nel tab, l’intera pagina (anche quella non visibile) , solo un sezione o un frame particolare.

ColorZilla

eyedropper Con ColorZilla è possibile leggere il codice RGB del colore presente in un pixel sulla pagina web. Utile soprattutto ai designer web.

MeasureIT

measureit Entriamo nella categoria add-on per sviluppatori. Con MesureIT è possibile misurare, con l’ausilio di un comodo righello in pixel, una sezione della pagina.

Web Developer

webdeveloperWeb Developer è una comoda toolbar ricca di funzionalità per uno sviluppatore web. Con web developer hai la possibilità di abilitare, disabilitare e visualizzare i css, mostrare una serie di informazioni sul sito e sulla pagina, validare il css, l’html e il feed e tanto altro ancora.

Chromifox Basic

1234853230 Come ultimo, non un vero e proprio add-on piuttosto un tema che trasforma Firefox nel nuovissimo e moderno Google Chrome. Un simpatica idea per ringiovanire il look & feel del nostro browser preferito. ;-)

 

Ti piace questo articolo? Condividilo:

Commenti (0)

Tags: ,

JetBrains ReSharper 4.5

Pubblicato il 09 aprile 2009 da Massimo

speedometer_litIeri è stato rilasciato ReSharper 4.5, il più famoso addin per Microsoft Visual Studio. ReSharper è, dal mio punto di vista, uno dei migliori addin per Visual Studio che ne estende enormemente le funzionalità di refactoring e non solo. In questa ultima versione le novità sono tante e tutte molto interessanti. Ho deciso quindi di provare subito la nuova versione testandola direttamente sul campo con una solution Visual Studio composta da circa 80 progetti!

inspector3Rispetto alla versione precedente (la 4.1) questa è risultata però decisamente più pesante, sia in termini di memoria che in termini di velocità. Nonostante infatti i dichiarati miglioramenti di prestazioni e di consumo di memoria, aprendo la solution il consumo di memoria, al termine del caricamento, è passato da 700mb con vecchia versione a oltre 1GB con quella nuova. Nel task manager notiamo inoltre, un nuovo processo dal nome JetBrains.Resharper.ExeternalProcessStorage.Process.exe, prima inesistente, che consuma altri 20mb.

Tra le novità interessanti il Solution-Wide Code Inspections ora più preciso, anche se decisamente più lento, in grado di rilevare:

  • Dichiarazioni non private che non sono utilizzate
  • Valori di ritorno non utilizzati di metodi non privati
  • Campi privati non utilizzati
  • Parametri non utilizzati di membri non privati
  • Eventi abstract o virtual che non vengono mai invocati
  • Campi non assegnati
  • Membri e tipi public che possono essere convertiti in internal

newfeatures_naming_style

Ho provato sul campo il Solution-Wide Code Inspections che mi ha dato ottimi risultati rilevando problemi anche in classi e metodi particolarmente complessi. Attenzione però il Solution WiceCode Inspections può durare, in una prima fase, anche alcune ore dipendente dalla dimensione della solution, degradando le prestazioni del computer senza impedire però il continuo svolgimento del proprio lavoro.

namingstyle Oltre al supporto per Visual Basic 9, finalmente è arrivata la funzionalità di Extended Naming Style Configuration che ci permette di configurare tutta una serie di naming convention su namespace, metodi, classi, interfacce, campi e proprietà. Prima di oggi questa funzionalità era disponibile solo con appositi plugin di terze parti. Dal pannello delle opzioni, tramite una comoda interfaccia, è possibile specificare la convezione da applicare in base al tipo di membro. Tra le possibilità possiamo specificare un prefisso, un suffisso oltre alla stile suddiviso in UpperCamelCase, lowerCamelCase, ALL_UPPER, all_lower e First_upper. Queste convenzioni sono configurabili a livello globale o per linguaggio.

newfeatures_sw_inspections

Non da ultimo ci sono piccole ma sostanziali migliorie come il supporto nativo all’MSTest, nuove funzionalità di navigazione, nuove inline refactoring e tanto altro.

In definitiva ReSharper si conferma il miglior strumento per lo sviluppo in ambito .net e nonostante le performance in alcuni casi deludenti, le novità introdotte sono tante e soprattutto molto utili. Decisamente consigliato.

Technorati Tags: ,
Ti piace questo articolo? Condividilo:

Commenti (0)





RELATED SITES

adsl